Accesso ai servizi

Giovedì, 28 Gennaio 2021

PER IL 2020 IL PEF TARI RIMANE UGUALE AL 2019



PER IL 2020 IL PEF TARI RIMANE UGUALE AL 2019





Prendiamo atto che, nell’ attuale e difficile contesto economico e sociale, l’aumento delle tariffe TARI, così come approvato con il PEF (Piano Economico Finanziario) 2020 risulta oltremodo gravoso per tutti i cittadini.


Giova tuttavia precisare che detto aumento non è legato ad una scelta discrezionale dell’Ente, ma che lo stesso è stato determinato dall’incremento dei costi per il conferimento rifiuti stabilito dalla Regione Calabria per gli anni 2018, 2019 e 2020,giusta delibera G.R. n° 582/2017 e deliberazioni dell’ATO (Ambito territoriale ottimale) Rifiuti di Cosenza comunicate con nota del 10.02.2020 (nonostante fosse già stato approvato il Bilancio di previsione).


Al di là dell’aumento in parola, dovuto alle ragioni sopra esposte, che sarà

oculatamente spalmato negli anni successivi, è doveroso evidenziare come il Ministero dell’Economia e delle Finanze con nota del 20.01.2021 abbia comunicato il mancato rispetto, da parte degli uffici preposti, del termine previsto dalla legge per la trasmissione del piano, fissato al 31.12.2020.


A tal proposito, si evidenzia che l’Ente avrebbe anche potuto attendere la

conversione in legge del Decreto “Mille Proroghe” nel quale, in considerazione delle difficoltà riscontrate da molti comuni nell’applicare per la prima volta il c.d. metodo normalizzato TARI, l’ANCI ha richiesto l’inserimento di un emendamento finalizzato a prorogare al 31.01.2021 i termini per la trasmissione del PEF 2020. Tale circostanza,nei fatti, avrebbe consentito la conferma del ruolo già trasmesso.


Ciò nonostante, si è preferito invece emettere nell’immediato un nuovo ruolo basato sulle tariffe (inferiori) di cui al PEF 2019, agevolando così i cittadini e operatori commerciali, giusta determina dirigenziale n. 87 del 26.01.2021.


Il minor gettito per il 2020, anche grazie ai contributi statali dedicati, non dovrebbe comportare squilibri significativi nel bilancio del Comune, sebbene nello stesso siano stati, come d’obbligo, inseriti i già citati aumenti tariffari regionali legati al conferimento dei rifiuti indifferenziati e organici.

In proposito, si ritiene opportuno precisare che i proventi della TARI, per

disposizione di legge, devono finanziare integralmente i costi del servizio di igiene urbana i quali, per il Comune di Trebisacce e per gli altri comuni della Calabria,alla luce di quanto sancito dalla Regione Calabria e dall’ATO Cosenza, sono sensibilmente aumentati.








L’importo del ruolo TARI 2020 era quindi, in ragione di tali incrementi, superiore rispetto a quello approvato nel 2019. La ripartizione dei costi del ruolo 2020 tra parte fissa e variabile è stata operata in coerenza con il metodo normalizzato ARERA di cui alla propria deliberazione del 31.10.2019 n° 443.


Il PEF approvato in Consiglio Comunale con delibera n° 32 del 30.09.2020,contenente le tariffe ed i costi del servizio, è stato validato dall’organo di revisione che, come evidenziato da ARERA in risposta ad un quesito posto dall’ANCI, è dotato di adeguati profili di terzietà e imparzialità tanto che il suo parere è equiparato alla

validazione del PEF. Lo stesso è stato in ogni caso trasmesso all’ATO di Cosenza e all’ARERA.


La delibera consiliare di approvazione del PEF è stata dotata di immediata esecutività e approvata senza alcuna contestazione nel merito. Il relativo verbale è stato firmato il 5.10.2020.


Al fine di evitare quindi incertezze e strumentalizzazioni politiche, con serenità e grande onestà intellettuale, oltre che per soddisfare le richieste dei commercianti e dei cittadini, dando seguito anche alle interlocuzioni con l’ASSOPEC, nel rispetto delle previsioni normative si applicheranno le tariffe previste dal PEF 2019.


Gli avvisi di accertamento inviati devono ritenersi, pertanto, privi di efficacia e verranno emessi nuovamente e notificati nella misura derivante dall’applicazione del PEF 2019.


MODALITÀ DI PAGAMENTO

Coloro che hanno già provveduto al pagamento di quanto indicato negli avvisi originari – in caso tali somme siano in eccedenza rispetto a quanto previsto dalla rielaborazione del ruolo 2020 scaturente dal PEF 2019 - potranno optare per la richiesta di rimborso o per la compensazione di quanto dovuto a titolo di TARI 2021.

Tali somme versate in eccedenza, in ogni caso, in mancanza di specifica

richiesta, saranno portate in detrazione automatica. Per ogni informazione in merito è possibile rivolgersi all’Ufficio Tributi ai seguenti recapiti Tel. :0981550227 - E-mail: tributi@comune.trebisacce.cs.it



L’istanza allegata al nuovo avviso dovrà essere consegnata all’ufficio che sarà predisposto al piano terra del del Municipio con l’indicazione delle modalità di rimborso oppure di compensazione parziale o totale con le rate o l’annualità successiva.





Siamo rammaricati per il disagio causato, tuttavia, è positivo riscontrare che la soluzione individuata prevede l’applicazione per il 2020 del PEF 2019, il quale per le ragioni sopra indicate, risulta meno oneroso per i cittadini e gli operatori commerciali.