Accesso ai servizi

AL VIA I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEL PONTE SARACENO


AL VIA I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEL PONTE SARACENO


Partiranno a breve i lavori di ristrutturazione del Ponte Saraceno che attraversa la S.P. 253 (già Strada Statale 106).

Ciò è avvenuto dopo che il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, ha più volte e con forza sollecitato l’intervento della Provincia di Cosenza al fine di mettere in sicurezza il primo viadotto, per garantire l’accesso e uscita ai pullman e ai mezzi pesanti da e per Trebisacce.

 La volontà da parte della Provincia di Cosenza, ente competente per l’area stradale, di andare ad intervenire nell’ambito di una struttura che da tempo necessitava di un’azione concreta, si era manifestata già da tempo, ma i tempi della macchina ammnistrativa si stavano allungando, tanto da richiedere un diretto interessamento del sindaco Franco Mundo sulla questione.

La strada, nel punto in oggetto, è interessata da un’ordinanza che, in relazione alle condizioni statiche della stessa, vieta e impedisce il transito di mezzi pesanti, creando un notevole disagio per i cittadini e per gli studenti, disagio che l’intervento previsto andrà finalmente ad eliminare.

“E’ un risultato importante – ha dichiarato il sindaco Franco Mundo - perché raggiunto proprio ora che è maggiore l’attenzione per i viadotti stradali, ma lontano dalla contestuale emotività che è scaturita dalla tragedia di Genova. In passato e in tempi non sospetti abbiamo chiesto l’intervento di ristrutturazione del Ponte sul Saraceno a conferma di un controllo reale e costante del territorio e delle strade, e di una continua attenzione per la sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.

Ringrazio il presidente della Provincia di Cosenza Iacucci, i dirigenti e i funzionari che hanno seguito il progetto di intervento, che ormai non poteva più attendere il passaggio ad una fase esecutiva. La sicurezza delle strade e della viabilità è una priorità della nostra amministrazione, per tanto quando c’è sensibilità e collaborazione da parte di altri enti, come la Provincia di Cosenza, non possono che nascere ottime sinergie”.